Youngmail è una rubrica interattiva tra giovani ed operatori esperti

È un servizio di consulenza gratuito on-line offerto
dai Consultori Familiari dell'ULSS di Vicenza

Come puoi vedere ci sono tanti argomenti di cui puoi parlare: sessualità, contraccezione, rapporti di coppia, con amici, con gli adulti intorno a te, problemi, dubbi o riflessioni personali,...
Scrivendoci potrai chiarire dubbi, ricevere informazioni utili, avere uno spazio di confronto e riflessione ed eventualmente dei consigli.

Scrivendoci potrai chiarire dubbi, ricevere informazioni utili, avere uno spazio di confronto e riflessione ed eventualmente dei consigli.

Sesso orale, gravidanza e malattie sessualmente trasmissibili

09/05/2017: di Clore, 19 anni

Domanda

Sesso orale: quindi, in base alla domanda che ho fatto prima (c è stata una fellatio con eiaculazione in bocca, dopo un po' baci e dopo circa 20 minuti del cunnilingus) non c è pericolo di niente? Non può essere avvenuto un passaggio di sperma dalla mia bocca, alla sua, dalla sua ai miei genitali?
E la risposta 'questo tipo di contatti può far sì che si possano prendere malattie sessualmente trasmissibili' si riferisce al fatto del ciclo? Grazie mille in anticipo

Risposta

Cara Clore, i rapporti orali non sono a rischio di gravidanza. Tuttavia non sono invece esenti dal rischio di malattie sessualmente trasmissibili.
Ciao!

Youngmail

Sesso anale e dolore

29/10/2015: di Dada, 21 anni

Domanda

Ciao youngmail! Intanto grazie per il tuo bel servizio, utile e chiaro:) ti scrivo per chiedere un piccolo aiuto..io e il mio ragazzo, con cui c'è una bella intesa sessuale, stiamo cercando di approcciarci al sesso anale, e anche da parte mia c'è la voglia di provare, non c'è nulla di obbligato..ma che dolore! Cerchiamo di adottare tutta la dolcezza e delicatezza del caso (tanto lubrificante,palline anali, stimolazione con le dita..) ma non riesco a sopportare il male oltre "un certo limite"! Come posso fare? Ho sentito parlare anche di creme anestetizzanti come Luan, ma non vorrei che facesse più danni che altro! Aspetto risposta, grazie! !

Risposta

Carissima Dada: devo dire che ci sono alcune cose che faccio fatica a comprendere della tua lettera. Penso che quando parli di "voglia di provare" il sesso anale tu intenda dire curiosità. Tuttavia, se senti male, perchè continuare? Tanto più con l'idea di usare creme anestetizzanti!
Credo sia importantissimo tenere in considerazione che, oltre a condividere affetto e amore, la sessualità dovrebbe portare piacere e la curiosità dovrebbe trovare spazio solo sino a che non è fisicamente o psicologicamente fastidiosa o dolorosa per uno dei due.
Tra l'altro, inviterei il tuo ragazzo e te a due riflessioni al riguardo. La prima è che è molto importante che lo sfintere anale abbia una certa contrattura: è fatto apposta per trattenere le feci, se così non fosse immagina le conseguenze... Inoltre, considera che "forzare la mano" al riguardo potrebbe anche provocare lesioni o lacerazioni.
La seconda riflessione che vi propongo riguarda il fatto che i rapporti per via "tradizionale" offrono una varietà di possibilità che, aggiunta a fantasia, che certo non vi manca, può esprimere l'intesa sessuale che avete in molti modi senza bisogno di rischiare.
So che forse questa non è la risposta che attendevi scrivendoci, ma questo è il consiglio che ci sentiamo di darvi.
Ciao!

Youngmail

Richiesta informazioni...

05/05/2010: di Bibbone69, 18 anni

Domanda

Per Bibbone69...

Risposta

Caro Bibbone69, mi pare che i dubbi per cui tu ci scrivi siano così particolari che sia meglio affrontarli di persona. Se vuoi venire a parlarne, puoi trovare l'indirizzo del consultorio familiare più vicino alla tua zona di residenza nel link del sito "indirizzi utili". Puoi telefonare e prendere appuntamento o utilizzare lo spazio giovani (accesso libero, senza appuntamento in una certa fascia oraria) settimanale. Se vuoi, ti aspettiamo! Ciao!

Youngmail

Rapporti anali e dolore

28/08/2009: di viky, 17 anni

Domanda

Cara youngmail: il mio ragazzo mi ha kiesto di fare sesso anale. io avevo voglia di sperimentare questa cosa nuova ma quando ha provato a penetrarmi cn le dita sul momento ho sentito un dolore sopportabile ma cmq sufficiente a farmi dire basta. il problema è ke dopo l'evacuazione è stata dolorosissima, sn stata malissimo l'intero pomerioggio. vorrei sapere cosa abbiamo sbagliato. io avrei voglia di riprovare ma ho paura. abbiamo usato il lubrificante e il preservativo. inoltre vorrei sapere se ci sn riski per me di lacerazioni permanenti. grazie

Risposta

Cara Vichy, probabilmente si sono create delle piccole ragadi, non visibili ad occhio nudo, responsabili del dolore da te riferito. Perciò, meglio astenersi da tale pratica sessuale per un periodo piuttosto lungo (2 mesi almeno). Resto dell'idea che il rapporto vaginale rimanga di gran lunga il migliore e sicuramente il piu' fisiologico (supportato ovviamente da un'adeguata copertura contraccettiva, se non si desiderano gravidanze). Ciao!

Youngmail

Rapporti in mare,,,,

13/07/2007: di TIZIANA20!!!!, 20 anni

Domanda

Salve dottori, è la prima volta che scrivo e leggendo 1 domanda data ad una ragazza circa il sesso a mare e rischioso secondo la risposta da vi tatagli:mi sorge 1 grossa paura,anzi tremenda.La xsona che ha fatto sesso in tale circostanza non sono io,ma essendo piu kiara preticamente una sera io e ilmio ragazzo assieme ad 1 altra coppia siamo stati a fare 1 bagno l altra coppia ha avuto 1 rapporto kompleto senza precauzioni ed io e il mio ragazzo(non abbiamo fatto nulla)piu o meno stavamo in quei paraggi,è pox che siccome non eravamo distanti qualke gocccia sia andata a contatto con me???(dico questo xke 1a di scrivermi ho letto una lettera analoga ke vi e stata spedita di sti 2 che avevano avuto 1 rapporto a mare e a vostro parere e rischioso).
io cmq prendo lqa pillola diane,ma supponendo ke non la prendevo sono a rischio comunque???
HO TANTA PAURA AIUTATEMInon eravamo distanti da loro :(

Risposta

Cara Tiziana20, direi proprio che puoi stare tranquilla: primo perchè prendi la pillola per cui se anche avessi avuto tu il rapporto non correvi rischi e secondo perchè mi sembra abbastanza improbabile che lo sperma del tuo amico sia finito proprio nella tua vagina..lo trovo davvero difficile, in ogni caso. La lettera a cui avevamo risposto presentava una situazione ben diversa da questa e la nostra risposta puntava a far capire che non è vero che in mare lo sperma in un rapporto sessuale non feconda...e che anzi, va prestata particolare attenzione all'aderenza del preservativo se è quello il metodo contraccettivo scelto.. Stai tranquilla! Ciao!

Youngmail

Desiderio sessuale pari a 0!!

08/07/2007: di bimbanellospazio, 20 anni

Domanda

Caro youngmail,nn è la prima volta k t scrivo e t ringrazio x tt le volte in cui mi 6 stato vicino..e probabilmente nn lo sai.
Ho un problema ke mi sta facendo soffrire terribilmente.Purtroppo non riesco piu a vivere l'intimità col mio ragazzo.Ti spiego..quello ke mi manca,è l'imput!Quando ci baciamo,o anche quando mi tocca,io nn riesco ad eccitarmi piu...ogni volta ho l'impressione che lui mi stia toccando in un modo ke nn mi piace e quindi nn riesco in alcun modo a lubrificarmi(e d conseguenza ad avere rapporti).Sono 3 mesi che mi succede questo(stiamo insieme da 1 annetto)e mi sn posta 1000 quesiti:ho pensato ke poteva essere xke lo facevamo sempre in macchina(visto che qnd invece lo facciamo a casa mia,i problemi si riducono un po e riusciamo quasi sempre ad avere rapporti),poi ho pensato che ero io che mi stavo fissando,che nn lo amo piu,che lui all'improvviso ha dimenticato come fare a darmi piacere...Ma alla fine sn giunta alla conclusione che è tutta una cosa di "TESTA"..la mia.Nella mia testa ho dato la colpa a lui di qst mia difficolta nell'avere rapporti...e cosi ora,a distanza di 3 mesi,piu lo guardo e più mi chiedo cosa ci faccio cn lui..ormai nn mi riconosco piu!io,che nelle mie relazioni passate sn sempre stata,x cosi dire"focosa",ora nn ho piu il minimo stimolo!!!però poi la cosa strana è ke quando riusciamo ad avere un rapporto come si deve,mi kiedo come faccio a nn riuscire a farci l'amore xke mi piace da impazzire,e riprometto a me stessa di ricordare queste parole la prossima volta che lui cercherà un contatto...ma alla fine le dimentico xke proprio nn ci riesco ad eccitarmi!!Una volta nn mi piace il suo alito,un'altra nn mi piace il luogo in cui ci siamo fermati,un'altra ancora sn scomoda(effettivamente la sua macchina è davvero scomoda) etc etc...Ho provato ad accennare a lui la cosa,ha anche accettato consigli su come toccarmi ma la volta seguente li aveva gia buttati nel dimenticatoio e a me nn va di imbarazzarlo(magari con un "AMORE,NN MI PIACE SE FAI COSI!")
Ti prego youngmail,aiutami tu a capire cosa mi sta succedendo!io nn mi sento di dire ke nn lo amo piu,xke nel mio cuore provo un sentimento forte nei suoi confronti...

Risposta

Cara Bimbanellospazio, difficile dire così, su due piedi, di che si potrebbe trattare. Solo tu puoi sapere se lo ami ancora o no. Potresti ad esempio osservare se la sua vicinanza ti dà fastidio solo nella sessualità o anche nei momenti in cui fate dell'altro insieme. Ancora, dato che dici che certe volte hai voglia di fare l'amore ed è piacevole, mentre altre il desiderio è pari a 0 potresti provare a capire che cosa fa variare il desiderio: se parti tu diversamente disposta da casa per cui anche cose minime ti innervosiscono o se c'è qualcosa in lui che ti fa nascere il fastidio all'idea di un rapporto. Altro test che potresti fare è immaginare come ti sentiresti se non fossi con lui o se lui fosse con un'altra: le tue reazioni probabilmente ti parleranno dei tuoi sentimenti. È possibile che tu non sia più innamorata, oppure è possibile che il vostro rapporto sia in una fase di cambiamento. In questo caso, riscoprirvi, dialogare, tornare un pò a corteggiarvi (non dando cioè già tutto per scontato), e anche accettando che la passione possa non essere più la stessa del primo giorno potrà aiutarvi. Angosciarti invece non aiuta... Ciao e in bocca al lupo!

Youngmail

Cosa si trasmette in un rapporto?

04/05/2007: di Lisa, 22 anni

Domanda

Salve youngmail, vorrei sapere se avere rapporti sessuali abituali e completi (con eiaculazione in vagina) con un ragazzo che fa uso di cannabis e cocaina (tagliata con chissà quali schifezze)anche prima di un rapporto sessuale, possa in qualche modo creare problemi alla ragazza (per esempio tracce di droga nelle analisi o valori del sangue alterati, o irritazioni locali ecc); forse è una domanda stupida, ma so di persone che dopo un rapporto sessuale hanno avuto reazioni allergiche ad un farmaco assunto dal partner ed ho pensato che potesse accadere la stessa cosa con altre sostanze. Grazie e complimenti per il vostro ottimo lavoro.

Risposta

Carissima Lisa, scusa, magari non sono propriamente affari nostri, ma la domanda ci sorge spontanea: perchè avere rapporti sessuali con un ragazzo che fa un uso così pesante di sostanze?
Per quanto riguarda i quesiti che ci poni: no, non si ricontrano tracce di droga o altro nel sangue della partner di un ragazzo che fa uso di quelle sostanze. Ma, ovviamente, va sempre prestata particolare attenzione alla contraccezione sia per il rischio di gravidanza, sia per quello di malattie sessualmente trasmissibili. Ciao e in bocca al lupo!

Youngmail

Rapporti anali

27/02/2007: di francy82, 25 anni

Domanda

Salve youngmail, volevo sapere se anche durante i rapporti anali si può rimanere incinta? Ho preso la pillola per 2 anni poi questo mese l'ho sospesa,potrei correre dei rischi?
grazie

Risposta

Cara Francy82, i rapporti anali di per sè non sono a rischio di gravidanze indesiderate, a meno che non fuoriesca dello sperma che entra in contatto con la vagina. Per quanto riguarda la copertura della pillola finisce con l'interruzione della scatola, ovvero nel momento in cui non cominci la nuova scatola. Perchè hai sospeso la pillola? Se non la puoi utilizzare pensate ad un altro metodo contraccettivo. Ciao!

Youngmail

Levofolene

16/07/2006: di Isabella, 25 anni

Domanda

Ciao youngmail, volevo sapere qual è l'effettiva utilità del Levofolene. Costa abbastanza, quindi mi chiedo: che differenza c'è rispetto alla folina, che costa molto meno? So che il calcio folinato serve a prevenire gravi malformazioni del feto come la spina bifida, ma ha anche altre utilità? Ad esempio, non so, contro il mal di testa, i giramenti di testa, le nausee?
Grazie!

Risposta

Cara Isabella, credo che dovresti parlare di questo tuo dubbio con il medico che ti ha prescritto questo farmaco. Di solito, infatti, se viene prescritto un farmaco piuttosto di un altro vi sono delle ragioni legate alla valutazione medica e allo specifico quadro clinico. Ciao!

Youngmail

Pillola che stimola il mestruo

21/03/2006: di D, 20 anni

Domanda

Salve youngmail, mi hanno detto che esiste una pillola per accellerare le mestruazioni.. sono un pò preoccupata perchè ho avuto rapporti ma non a rischio, però ho una settimana di ritardo pur avendo tutti i sintomi pre-mestruazioni (mal di schiena, mal di pancia, seno ingrossato). Ci sono delle controindicazioni per questo medicinale? C'è bisogno della ricetta medica? La ringrazio anticipatamente per la risposta.

Risposta

Cara D., se dici di non aver avuto rapporti a rischio, perchè allarmarsi? Se sei certa che i rapporti fossero sicuri, è possibile che il ritardo sia legato a qualcos'altro!
Per quanto riguarda la tua domanda: è vero che esiste un farmaco che stimola (non accellera) le mestruazioni, è un farmaco che prescrive su necessità specifica il medico, ma non è da usare per togliersi il dubbio di rapporti non sicuri! In questo caso se la mestruazione non arriva dopo 15 giorni dal rapporto, è consigliabile fare un test di gravidanza. Ciao!

Youngmail

Acne e pillola

27/01/2006: di m, 17 anni

Domanda

Ciao youngmail, prima di tutto volevo ringraziarvi per le risposte precedenti...ho un'altra domanda, piu che una domanda è un problema che mi assila ormai da quando avevo 12 anni. È l'acne, quella peggiore, che rende la faccia bucherellata, rossa, piena di brufoli e pustole, lucidità e punti neri. Sinceramente non me ne ero mai fatto un problema: uscivo e mi sono sempre truccata tranquillamente. Fin dall'inizio ho curato la mia pelle con prodotti adatti, creme, detergenti e maschere, non con molti risultati però! A fine novembre sono andata dalla dermatologa, che mi ha consigliato la pillola Diane. Inizialmente ero contenta matta, nonostante vedessi il mio viso peggiorare, vedessi comparire macchie rosse e mi prudesse...ma ho continuato perchè la dottoressa disse che era normale che peggioresse all'inizio.
Il mio problema sono proprio quelle macchie rosse, che non avevo mai avuto!! Mi terrorizzano,perchè vedo sparire i brufoli lentamente ma non quelle macchie! Vedere la mia pelle migliorare mi spinge a continuare la cura, anche se sto cominciando a vergognarmi della mia faccia, di uscire, di farmi vedere sul viso anche dal mio ragazzo!! Non capisco quelle macchie..perchè vengono? COSA SONO? MI FA BENE O NO QUESTA CURA? SPARIRANNO? Mi creano piu problemi loro che i quei brufoli orridi con la punta gialla...Ho paura di non guarire...ed invidio tutte le mie amiche che hanno una pelle liscia, non senza brufoletti, ma piuttosto senza macchie! Sono stata un pò lunga,ma non è un problema di cui parlo facilmente...spero d'esser stata chiara, vi ringrazio per la risposta. CIAO

Risposta

Cara m, l'acne che insorge in adolescenza può davvero diventare motivo di sofferenza e complessi. Chissà quanti lettori e lettrici della rubrica possono capire alla perfezione il disagio che descrivi! Quindi non sentirti il 'brutto anatroccolo': anche se le amiche che frequenti non sembrano soffrire di acne accentuata, credimi, non sei affatto l'unica che ha questa difficoltà. In ogni caso, mi sembra che ci sia un elemento molto positivo: la cura che stai facendo dà dei risultati, è efficace sui brufoli. Questo, secondo me, dovrebbe incoraggiarti a continuare. Le macchie rosse potrebbero essere una reazione della pelle alla cura ormonale. Prova a 'tener duro' 4 - 5 mesi, se la situazione non dovesse cambiare ti consiglio di rivolgerti ad un dermatologo. Ovviamente ti auguro che dopo questo periodo iniziale tu possa star meglio e sentirti un 'bel cigno' senza brufoli! Ciao!

Youngmail

Fecondazione assistita

16/11/2005: di fiamma, 34 anni

Domanda

Ciao youngmail, sono una ragazza che è dovuta ricorrere alla fecondazione assistita . Tutto per il momento è andato discretamente ora sono in attesa di sapere se sono rimasta incinta. Mi hanno detto di fare il test dopo 15 giorni, ma la voglia di sapere è immensa. Vorrei sapere che tipi di sintomi si evidenziano nei primi giorni di gravidanza?
Mille grazie.

Risposta

Cara fiamma, se siete arrivati alla fecondazione assistita, posso immaginare quanto grande sia il desiderio di avere un bimbo. Quindi è assolutamente comprensibile la tua voglia di conoscerne l'esito quanto prima. D'altra parte, ciò che ti hanno detto è vero: sono necessari almeno 15 giorni perchè il test di gravidanza dia un esito attendibile. E il test di gravidanza è la risposta più certa che puoi ottenere. Vi possono essere dei 'sintomi della gravidanza': nausea, talvolta accompagnata da vomito soprattutto la mattina, senso di sonnolenza, stanchezza, facile affaticamento, tensione mammaria (cioè dovresti sentire il seno più turgido). Tieni conto però che in una fase così precoce tali segnali potrebbero esserci come non esserci affatto e che non possono costituire un responso certo di gravidanza, come il test. Ovviamente teniamo le dita incrociate per te!! In bocca al lupo e facci sapere! Ciao

Youngmail

Pap test: cosa mi fanno?

04/11/2005: di M, 28 anni

Domanda

Buongiorno youngmail, ormai sono diventata frequentatrice abituale di questo sito e mi trovo bene. Comunque sono andata a fare la visita ginecologica ed e' andata bene nel senso che la vagina e il collo dell'utero non hanno problemi. Ho detto che io e mio marito stavamo provando ad avere un bambino e quindi ci ha dato da fare degli esami preconcepimento, pero' facendo lo speculum ha riscontrato una lieve flogosi e mi ha dato da fare il pap test, devo preoccuparmi o e solo un controllo normale, e poi e doloroso il pap-test?
Grazie

Risposta

Cara M, di per sè il termine flogosi sta per infiammazione, che può essere di diversi tipi e avere diverse cause originanti. Sicuramente il ginecologo avrà valutato il pap test per capire meglio di che si tratta. Considera che il pap test è un esame che dura pochi minuti, per alcune donne un pò fastidioso, ma non doloroso e permette di rilevare sia possibili infezioni che eventuali tumori a livello dell'utero. Proprio per questa ragione tale esame è consigliato a tutte le donne almeno una volta all'anno dai 25 anni d'età, come misura preventiva. Ma come avviene un pap test? Il ginecologo dopo aver inserito lo speculum in vagina, preleva con una spatolina alcune cellule del collo dell'utero, che vengono poi strisciate su un vetrino ed analizzate un laboratorio. Il tutto, come ripeto, non è doloroso e dura davvero poco, ma permette di monitorare lo stato di salute dei genitali interni. È quindi un esame molto importante, anche al di là della flogosi! Ciao!

Youngmail

Mestruazioni: giorni 'no risk'?

26/09/2005: di Lollo, 44 anni

Domanda

Cara youngmail: è possibile restare incinta se si hanno rapporti completi durante le mestruazioni?
Grazie

Risposta

Cara o caro Lollo: il rischio di gravidanze indesiderate per rapporti non protetti durante le mestruazioni dipende dal nuovo ciclo mestruale che inizia con la mestruazione. Come infatti saprai la durata di un ciclo si calcola a partire dal primo giorno di mestruazione fino alla mestruazione successiva. Ogni donna ha una sua tipologia di ciclo (regolare, irregolare, lungo, breve,...). Questo però non dà garanzie che le cose vadano tutti i mesi allo stesso modo. Per esempio, una donna con un ciclo regolare di 28 giorni, sarà fertile attorno al 14° giorno, MA questo non implica che tutti i suoi cicli mestruali saranno di 28 giorni. Molteplici fattori (ESTERNI come le condizioni atmosferiche, il freddo e il caldo, il cambio di stagione,... o INTERNI come uno stress, condizioni fisiche alterate,...) infatti possono intervenire e rendere più corto o più lungo il ciclo, modificando così i giorni di fertilità. E questo non è dato di saperlo in anticipo. Tale discorso vale ancor più se il ciclo è di per sè irregolare. Ecco perchè, anche se una persona mi scrive dicendo che il ciclo è solitamente regolare e che ha avuto un rapporto a rischio il tal giorno, non è per me possibile dire se è incinta o no: perchè nè io, nè la persona in questione possiamo sapere con certezza la durata del ciclo in corso. Nel caso delle mestruazioni, in particolare, è possibile che se il nuovo ciclo è particolarmente breve, prima che la mestruazione sia conclusa stia già avvenendo una nuova ovulazione. Se si tratta di una persona con un ciclo regolare di 28 giorni questa evenienza non è magari molto probabile, ma ci può sempre essere un margine di rischio. E allora perchè rischiare quando vi sono molteplici alternative contraccettive? Spero di averti risposto. Ciao!

Youngmail

Sperma...

08/08/2005: di E, 23 anni

Domanda

Cara youngmail, ho avuto un rapporto protetto con preservativo, ma mi sono sporcata le mani di sperma. Ho lavato superficialmente le mani con acqua fredda ma senza sapone e poi mi sno lavata: cosi facendo c'è la possibilità di avere introdotto spermatozoi nella vagina? Sto entrando in panico, anche perchè era il 14esimo giorno di ciclo, quello dell' ovulazione. Dovrei avere il prossimo ciclo tra una settimana ma i miei nervi non resisteranno fino ad allora. Ho bisogno di sapere quanto rischio. ho pensato di fare un test di gravidanza ma so che devono passare almeno 15 giorni. se c'è qualcuno che mi puo aiutare, vi prego di rispondermi presto. grazie

Risposta

Cara E., è difficile quantificare il rischio. Da quel che capisco della situazione, mi pare che ci sia una possibilità di gravidanza molto scarsa. Temo comunque che per essere certa al 100% dovrai convincere i tuoi nervi a reggere e ad attendere. Se il ciclo non dovesse presentarsi, ovviamente il consiglio è di fare un test di gravidanza. Auguri e ciao!

Youngmail

Youngmail

Scrivici