Youngmail è una rubrica interattiva tra giovani ed operatori esperti

È un servizio di consulenza gratuito on-line offerto
dai Consultori Familiari dell'ULSS di Vicenza

Come puoi vedere ci sono tanti argomenti di cui puoi parlare: sessualità, contraccezione, rapporti di coppia, con amici, con gli adulti intorno a te, problemi, dubbi o riflessioni personali,...
Scrivendoci potrai chiarire dubbi, ricevere informazioni utili, avere uno spazio di confronto e riflessione ed eventualmente dei consigli.

Scrivendoci potrai chiarire dubbi, ricevere informazioni utili, avere uno spazio di confronto e riflessione ed eventualmente dei consigli.

Ultime pubblicate

Perdite molto scarse a fine blister Novadien: tutto ok?

21/06/2018: di Cri, 18 anni

Domanda

Buongiorno YM, la scorsa settimana ho finito il secondo blister della nuova pillola che prendo (novadien), a due tre giorni dalla fine del blister ho notato poche perdite ed è stato così fino a sabato/domenica. Solitamente il ciclo con l'altra pillola (naomi) aveva un flusso normale, questa volta non è stato nemmeno necessario l'assorbente e quasi zero dolori (le uniche cose che ci sono state come sempre erano gli sbalzi d'umore e la voglia di certi cibi quando ho il ciclo) . Ho letto che questa pillola fa questo effetto. Mi devo preoccupare? Sono molto in ansia. Grazie.

Risposta

Carissima Cri,
non c'è nulla di cui preoccuparsi: è normale così! Se hai preso correttamente e regolarmente la pillola non c'è motivo di preoccuparsi, quindi.
In ogni caso, se per qualche motivo questo fosse un problema, parlane con il tuo ginecologo. Ciao!

Youngmail

Spostare giorno di inizio blister

14/06/2018: di Eli, 18 anni

Domanda

Ciao YM, scrivo per chiedere se è possibile spostare il giorno del ciclo. Prendo la pillola novadien, inizio il blister di mercoledì e l'ultima la prendo il martedì. Per evitare di avere il ciclo nei weekend è possibile iniziare il nuovo blister prima (ad esempio sabato o domenica) di mercoledì? Grazie mille

Risposta

Cara Eli, si. E' possibile farlo. Si anticipa un giorno alla volta, fino ad arrivare al giorno desiderato. Ciao!

Youngmail

Pillola senza mestruazioni: si può?

11/06/2018: di Alice, 18 anni

Domanda

Ciao YM, volevo chiedere se è possibile iniziare subito il blister della pillola dato che questo weekend sarò via e sarebbe davvero un impedimento avere il ciclo. Finisco il blister domani e quindi mi arriverebbero entro due tre giorni. Posso farlo o è meglio rispettare i sette giorni comunque? Grazie mille

Risposta

Cara Alice, in rare occasioni, se motivatamente, ​è possibile farlo. Dopo l'ultima pillola del blister si può cominciare subito la prima del blister successivo, così le mestruazioni non verranno. Ciao!

Youngmail

Perso una pillola del blister: che faccio?

11/06/2018: di Anna, 20 anni

Domanda

Buongiorno ho un dubbio sul mio metodo contraccettivo. Sono al primo giorno di ciclo e volevo cominciare la pillola per la prima volta. Purtroppo la prima pillola mi è caduta ed è irrecuperabile. Posso prendere la seconda e continuare fino alla fine del blister? O devo comprare un’ altra scatola perchè io sia coperta?

Risposta

Cara Anna, solo nel caso in cui il tipo di pillola ha tutte le pillole uguali, si può cominciare con un' altra pillola contrassegnata dal giorno della settimana di inizio. Il problema interviene alla fine quando ne mancherà una. E' quindi necessario avere un altro blister nuovo di riserva da cui prelevare una pillola per completare i 21 giorni.
Ciao!

Youngmail

Amore e attrazione fisica nel rapporto di coppia

09/06/2018: di Anonima, 16 anni

Domanda

Ciao youngmail, ti scrivo perché sono preoccupata e vorrei un consiglio da parte tua
Conosco un ragazzo da circa cinque mesi e stiamo assieme da due e mezzo circa.
Io con lui mi trovo davvero bene. È davvero molto dolce e rispettoso nei miei confronti, mi da molte attenzioni e sembra molto sincero e sicuro dei suoi sentimenti, dato che da poco mi ha detto di essere innamorato di me, cosa che è ricambiata.
Ora, data anche l'età, sto iniziando a considerare anche l'aspetto sessuale in una relazione, cosa che da un lato credo sia importante per mantenere e rafforzare i sentimenti.
Però essendo ai primi approcci sono abbastanza titubante, mentre lui ha molta più esperienza di me nei preliminari, e nonostante ciò, mi ha detto che è assolutamente disposto ad aspettare che io mi senta pronta.
Oggi però sono andata a casa sua, e mentre ci stavamo baciando lui mi ha toccato dai pantaloncini e poi ha tentato di infilare la mano nel mio intimo, ma l'ho fermato chiedendogli di aspettare ancora e lui ha capito e mi ha detto che posso star tranquilla e che non c'è problema.
Dopo qualche ora ci stavamo baciando di nuovo, e, entrambi d'accordo, per la prima volta, mi ha provocato piacere, sempre però attraverso i vestiti, rispettando comunque ciò che gli avevo chiesto prima, ovvero di non forzare troppo le cose e di non "invadere" la mia intimità.
Ciò che ha fatto non mi ha dato fastidio, anzi, mi è piaciuto molto.
Il fatto è che io sarei anche pronta a fare questo passo con lui, e a passare almeno a fare i preliminari, ma la mia paura è che dopo la nostra relazione si trasformi in un piacere fisico e basta, basandosi solo sull'aspetto sessuale.
Volevo quindi da voi sapere se secondo voi sia meglio fare questo passo, con la paura che però la nostra relazione degeneri in solo piacere fisico, o se aspettare ancora un po'.
Dimenticavo di dire che abbiamo entrambi 16 anni.
Grazie in anticipo della risposta.

Risposta

Cara Anonima,
scrivi una lettera bellissima, perché poni in luce il rapporto tra attrazione fisica ed affettività in una relazione di coppia.
Nello specifico del rapporto di cui ci parli, questo rischio ci pare limitato: anzitutto perché in questo primo periodo avete coltivato la dimensione affettiva, "facendo le cose con calma" e permettendovi di capire i sentimenti reciproci, poi perché il rispetto che il tuo ragazzo ti ha portato indica quanto lui sia in grado di far prevalere l'aspetto relazionale su quello dell'attrazione, se necessario. Vivere l'attrazione e l'intimità sessuale, anche in modo graduale come state decidendo di fare, vi aiuterà anche a non vivere l'attrazione e la sessualità come parti separate, ma sentendo che anche in quei momenti il piacere fisico e l'affetto "viaggiano insieme" - quando c'è amore, facilmente scatta l'attrazione per l'altro - e che vivere anche la corporeità rafforza e arricchisce il vostro rapporto. Poi magari ci saranno momenti in cui vivrete la sessualità sentendo maggiormente l'amore che vi lega ed altri (magari soprattutto all'inizio) in cui prevarrà l'attrazione fisica, la voglia di conoscervi e scoprirvi, il piacere fisico ma è normale!
La fortuna che mi pare di capire avete è il fatto di potervi parlare in modo chiaro e aperto, comunicandovi pensieri e sensazioni. Questo vi aiuterà molto!
Ciao!

Youngmail

Sesso orale senza eiaculazione e rischi

03/06/2018: di Paddy, 21 anni

Domanda

Buonasera avrei bisogno di un chiarimento. Ieri sera ho fatto sesso orale con il mio fidanzato, ma senza farlo venire. Poi ci siamo baciati e subito dopo abbiamo ripreso a fare sesso orale reciproco. Dato che so che nel liquido pre-eiaculatorio è possibile che ci siano già degli spermatozoi mi domandavo se non fosse possibile che poi baciando il mio ragazzo e lui successivamente mi facesse del sesso orale succedesse qualcosa. È possibile rimanere incinta in questo modo? Anche se lui non è venuto?

Risposta

Carissima Paddy, da quel che ci racconti non sembrano emergere elementi di rischio.
Buona settimana!

Youngmail

Pillola: si può iniziare in altro giorno per spostare mestruazione? No!! :(

31/05/2018: di Stefania, 20 anni

Domanda

Cara ym, la ginecologa mi ha prescritto la pillola effiprev per il ciclo doloroso. Mi ha detto di cominciare il primo giorno di ciclo, ma se volessi posticipare il ciclo, posso assumerla ora, a 15 giorni dal ciclo? E in caso quando inizierebbe a essere efficace come contraccettivo?

Risposta

Cara Ginevra, no. :( Per essere efficace, sia come contraccettivo che come terapia, si DEVE necessariamente iniziare ad assumere la pillola il primo giorno della mestruazione. Per spostare o annullare la mestruazione è meglio sentire il medico che te l'ha prescritta. Ciao!

Youngmail

Ecografia svela la non verginità?

25/05/2018: di Ginevra98, 18 anni

Domanda

Cara ym, il medico di famiglia (anche nell’ipotesi che fosse un mio genitore) puo' accedere all’esito dell’ecografia o alla cartella e capire se sono o vergine o meno da questi documenti?

Risposta

Carissima Ginevra98, nelle ecografie (sia transvaginale che addominale) non si esamina l'imene, si esamina lo stato dell'utero e delle ovaie.
E' evidente che se si esegue una ecografia transvaginale è perché la donna ha già avuto rapporti, mentre l'ecografia addominale può essere eseguita a chiunque. Tieni conto però che le due ecografie danno in parte informazioni differenti.
Inoltre, in alcune Aziende Sanitarie è già attivo il fascicolo elettronico. Il paziente, alla sua apertura, stabilisce cosa vi possa essere inserito e cosa no. Il medico di medicina generale vi può accedere.
Per quanto riguarda l'ecografia puoi concordare con il medico esaminatore la modalità di refertazione, con consegna del referto cartaceo direttamente nelle tue mani.
Ciao!

Youngmail

Riservatezza su info ginecologiche?

24/05/2018: di Ginevra98, 18 anni

Domanda

Buongiorno, tra poco faró una visita ginecologica e un’ ecografia per l’ assunzione della pillola a causa di un mio grave problema di acne. Non sono vergine da circa un anno, quindi volevo usare la pillola anche per avere rapporti protetti. Nella cartella che il medico compilerà durante la visita, emergerà il fatto che non sono più vergine? Posso richiedere che l’ecografia sia transaddominale o, non essendo più vergine, deve essere endovaginale? Il mio medico curante di famiglia puó accedere a questa cartella facilmente e quindi scoprire che non sono più vergine?

Risposta

Cara Ginevra98,
il ginecologo ti farà il tipo di ecografia prescritta dal tuo medico, le due cose non si equivalgono. Se non sei d'accordo con la prescrizione devi parlarne con il medico..
Il rapporto medico - paziente è legato dal segreto professionale. Nessun altro può accedere alle tue informazioni senza il tuo consenso. Perciò nè il ginecologo nè il tuo medico dovrebbero dare informazioni ad altri senza il tuo consenso. A meno che tu non entri in visita con qualcun altro che, a quel punto, essendo dentro, tu implicitamente autorizzi a conoscere le informazioni sanitarie che ti riguardano. Le cartelle cliniche devono essere conservate nel rispetto della privacy, quindi non sono "facilmente accessibili"; i referti medici (ossia gli esiti degli esami) vengono consegnati direttamente alla paziente, che li utilizza come ritiene. Quindi, sarai tu a portare al tuo medico il referto dell'ecografia. Se vai dal ginecologo da sola, ma dal medico di famiglia con un genitore, puoi telefonare prima al medico e precisare che non vuoi che emerga quell'informazione.
Ciao!

Youngmail

Pillola e mestruazioni

23/05/2018: di cami, 17 anni

Domanda

buonasera, sto da piu' di due anni con un ragazzo con cui ho da tempo dei rapporti. Vorrei iniziare a prendere la pillola però mi sento molto a disagio a parlarne con mia madre perciò pensavo di venire nella vostra sede a fare una visita e per capire alcune cose che non mi sono ancora chiare. Durante le vacanze estive andrò con il mio ragazzo al mare per una settimana e purtroppo guardando il calendario avrò il ciclo per tutto il tempo(dal giorno in cui partiremo fino al giorno in cui torneremo...) volevo sapere se esistono dei modi magari anche con la pillola di anticiparlo di qualche giorno o di tardarlo di una settimana.
scusate per il disturbo, vi ringrazio tantissimo in anticipo
ciao ciao

Risposta

Cara Cami, puoi venire liberamente e anche senza tua madre allo Spazio Giovani (trovi le indicazioni delle fasce orarie e delle sedi sul sito) per una consultazione dalla ginecologa. Discuterete dell'opportunità di iniziare a prendere la pillola, avrai l'occasione di chiarire i tuoi dubbi ed eventualmente di trovare il modo per cui le mestruazioni non occupino tutte le vacanze con il tuo ragazzo. Ti aspettiamo! Ciao!

Youngmail

Petting non protetto dopo rapporto protetto: rischio?

20/05/2018: di Mina, 20 anni

Domanda

Salve ym,
oggi ho avuto un rapporto completo protetto da preservativo a seguito del quale il mio ragazzo, dopo essere venuto abbondantemente, ha sfilato con le mani il preservativo e l'ha posato e si è sdraiato accanto a me. Non si è lavato le mani. Dopo 10 minuti ha infilato nella mia vagina il dito medio, che temo potesse essere in parte coperto di sperma. Rischio una gravidanza? Il mio ciclo è iniziato la scorsa domenica e finito tre giorni fa.
Inoltre, se c'è rischio: più di un anno fa ho preso EllaOne per la 4 volta, dovrei riprenderla?

Vi chiedo aiuto, non so come agire.

Risposta

Cara Mina, se le cose sono andate esattamente come le descrivi, il rischio di gravidanza è molto basso. Se invece pensi che ci siano stati altri rischi e vuoi essere sicura, meglio assumere la pillola del giorno dopo.
Visto che sei già ricorsa numerose volte alla contraccezione di emergenza, potrebbe essere per te consigliabile passare ad una contraccezione più sicura, ossia contraccezione ormonale. Ci sono diverse possibilità: perchè non ci vieni a trovare allo Spazio Giovani che ne parliamo insieme? Intanto se vuoi farti un'idea più precisa delle possibilità puoi scorrere la sezione Info & Media del sito. Ciao!

Youngmail

Incinta nonostante mestruazione: si può?

16/05/2018: di Giulia, 16 anni

Domanda

Salve, il 7 aprile ho avuto un rapporto sessuale non protetto.. Il ciclo mestruale mi è arrivato normalmente due volte ma mia madre parlando di quando è rimasta incinta di me dice che a lei il ciclo veniva nonostante tutto... devo preoccuparmi, fare un test di gravidanza per essere sicura o il suo caso è stato “anormale”? Inoltre è da un paio di giorni che ho la nausea (solitamente di mattina) che poi mi passa prendendo una tachipirina.

Risposta

Cara Giulia, i casi in cui le mestruazioni vengono ugualmente, nonostante sia iniziata una gravidanza sono relativamente poco frequenti. Se ritieni di voler avere delle certezze, puoi andare a fare il test di gravidanza facendo il prelievo di sangue con dosaggio di B-hcg.

Youngmail

Capire gravidanza da sintomi: si può?

09/05/2018: di Dorsi, 17 anni

Domanda

Quando rimani in cinta, quali sono i sintomi? E dopo quanto tempo lì hai?

Risposta

Cara Dorsi, è difficile trovare risposta ad un dubbio di gravidanza basandosi sui sintomi, non ci sono sintomi specifici ed inequivocabili uguali per tutte le donne! Un segnale che sicuramente mette in allerta è la mancata mestruazione, ma anche questo non significa con certezza di per sé che si sia avviata una gravidanza.
Se ritieni di aver avuto un rapporto a rischio e di poter quindi correre il rischio di essere incinta, puoi assumere la "pillola del giorno dopo" se sono intercorsi meno di 5 giorni o - se hai superato questo periodo - attendere la mancata mestruazione ed effettuare un test di gravidanza (il dosaggio beta hcg tramite prelievo sanguigno dà risposta certa). Se il test risultasse positivo ed hai bisogno di aiuto per capire che fare, vieni al Consultorio Familiare a te più vicino: ti aiuteremo!
Ciao!

Youngmail

La nonna di una mia ex amica

30/04/2018: di Francesca, 18 anni

Domanda

Ho un dilemma..
Fino ad anno fa circa andavo a trovare la nonna di una mia amica, anche dopo che le cose tra noi "giovani" si sono complicate e non ci siamo più frequentate.. Io ho comunque continuato ad andare a trovare sua nonna perché mi ci ero affezionata e le volevo bene, anche perché mi sentivo un po' in dovere di rimediare alla tristezza di una nipote che va a trovare poco sua nonna.. È capitato verso Natale (l'ultima volta che sono andata a trovarla) di suonare il campanello a casa della nonna, ma non solo non mi ha risposto nessuno seppure ci fosse l'auto dei suoi parcheggiata davanti, ma al suono di "sono Y" non mi ha risposto nessuno (eppure si vedevano le luci accese e gente che parlottava).. Non sono più andata a trovarla perché sono rimasta profondamente amareggiata da quell'evento, ma l'ho comunque nei miei pensieri.. credete che dovrei riprovare? Vorrei solo salutarla ma temo che la sua famiglia non mi veda troppo volentieri perché non esco più con la mia "amica".. E non per chiamare sfortuna ma non vorrei neanche tenermi l'ansia del "se l'avessi fatto in tempo", capite? Non so bene che fare, vorrei andarci ma allo stesso tempo evitare tutta la situazione con la sua famiglia.. So per certo che se fosse solo per la nonna non ci sarebbero problemi, ma bisogna valutare tutto nell'insieme..

Risposta

Ciao Francesca! Se pensi che alla nonna della tua amica facessero piacere le tue visite, perchè non fare un altro tentativo?
Magari, se ne hai la possibilità, potresti tentare un contatto telefonico intanto!
Se anche dovessi trovare i genitori della tua amica o lei stessa, mi pare che quel che tu dici non possa che farti onore...non hai alcun secondo fine, se non l'affetto per una "nonna adottiva" nell'andare a trovarla. Inoltre, se riprovi hai la possibilità di capire se per caso non sta bene...
In bocca al lupo! Facci sapere!

Youngmail

Volontariato

30/04/2018: di Francesca, 18 anni

Domanda

Da quando sono piccola mi prendo cura, per quanto riesco, degli anziani a cui mi affeziono, perché penso siano fragili e che spesso si sentano abbandonati, un po' come me.. Insomma, capisco cosa voglia dire sentirsi soli e tristi (loro probabilmente molto più di me) e se posso fare qualcosa allora ci metto tutta me stessa! Una canzone dice "Lo faccio perché non vorrei mai che ti sentissi come me" e forse è un po' per questo, ma ultimamente mi sto domandando se questa mia attitudine sia per fare star bene loro o sia egoismo mio.. Mi riempie il cuore di gioia quando sono felici di vedermi e io lo sono per loro, ma non lo so, fino a che punto si spinge il volontariato rispetto all'egoismo? Sembra il paradosso del volontario, che non sai se lo stia facendo per fare del bene o per sentirsi bene, aiuto, mi sento stupida

Risposta

Cara Francesca, a conti fatti, che differenza fa? Dove sta scritto che necessariamente fare volontariato comporti sacrificio e sofferenza e non possa invece essere fatto con piacere e gioia? Se il volontariato che hai deciso di fare, fa star bene anche te e questo ti coinvolge nel continuare a farlo, non mi pare ci sia nulla di male, anzi!
Molto spesso fare volontariato ci fa sentire meglio, ma questo non toglie valore al bene che facciamo e al bene che facciamo stare le persone a cui dedichiamo il tempo..
In altre parole, che tu possa trarre benessere dal volontariato che fai e che nel contempo possa far star bene gli anziani di cui ti prendi cura non sono due aspetti in contraddizione, ma al contrario che possono rinforzare ciò che stai facendo. Quindi, se vuoi un consiglio, fintanto che vedi che i "nonni adottivi" cui ti dedichi sono contenti di vederti e tu stai bene, non porti ulteriori problemi! Ciao!

Youngmail

Youngmail

Scrivici