Youngmail è una rubrica interattiva tra giovani ed operatori esperti

È un servizio di consulenza gratuito on-line offerto
dai Consultori Familiari dell'ULSS di Vicenza

Come puoi vedere ci sono tanti argomenti di cui puoi parlare: sessualità, contraccezione, rapporti di coppia, con amici, con gli adulti intorno a te, problemi, dubbi o riflessioni personali,...
Scrivendoci potrai chiarire dubbi, ricevere informazioni utili, avere uno spazio di confronto e riflessione ed eventualmente dei consigli.

Scrivendoci potrai chiarire dubbi, ricevere informazioni utili, avere uno spazio di confronto e riflessione ed eventualmente dei consigli.

Scuola e bugie: che pasticcio!

24/03/2003: di M, 18 anni

Domanda

Cara youngmail: sono un ragazzo di 18 anni. Faccio la quarta superiore e negli ultimi due - tre mesi non so bene per quale ragione non sono più riuscito a studiare in modo accettabile. Intendiamoci, non che sia mai stato un secchione, ma almeno me la cavavo...non so per quale ragione ma quando mi metto sui libri ultimamente mi incanto o mi distraggo ed è un disastro! Così, dopo le prime insufficienze mi sono inventato una storia. Sfruttando l'assenteismo dei miei nelle faccende di studio e sentendoli litigare una sera, mi è venuta la "brillante idea" di raccontare ai prof. che i miei si stanno separando e che questa cosa mi sconvolge così tanto da non permettermi di rendere a scuola. Non volevo tenere questa scusa a lungo, solo una settimana o due, dopo di che avrei raccontato che si erano rimessi insieme, ma purtroppo la cosa mi è sfuggita di mano (anche perché gli insegnanti si sono passati parola cosicché ora sono tutti estremamente comprensivi con me) e ora non so più come uscirne.

Risposta

Caro M., quando facevo le superiori gli insegnanti spesso ci ripetevano che le bugie hanno le gambe corte e il naso lungo, come a dire che con la menzogna non si va molto distanti e che comunque prima o poi qualcuno se ne accorge. Allora questo bastava per incutere quel timore reverenziale verso i prof. per cui chi avesse mentito trovava in fretta il modo di riparare. Il fatto è che se raccontare una frottola può sembrare una soluzione nell'immediato, alla lunga ti si ritorce contro e diventa un problema. Sia perché da un lato il castello di bugie si fa sempre più difficile da sostenere con una certa coerenza, sia perché se dovessi venire scoperto c'è in gioco la tua credibilità e penso che questo rischio non ti faccia dormire sonni un granché tranquilli! Quindi mi sembra che la tua preoccupazione sia più che motivata. Innanzitutto credo sia importante che tu comprenda perché improvvisamente per te sia diventato così difficile studiare. Penso sia probabile che, visto che non riuscivi a studiare, tu ti sia sentito preso dall'ansia dei compiti e delle interrogazioni a cui arrivavi non preparato e abbia cercato un modo credibile per "arrampicarti sugli specchi" e non far "precipitare" i voti. Ma se i tuoi genitori non sono del genere "Stai attento che ti controllo e vado a parlare con i prof." (se ho compreso bene cosa intendevi con il termine 'assenteisti'), allora penso che il fatto di mentire significhi che per te la scuola e la riuscita scolastica sono importanti. Personalmente ritengo (ma questa è solo la mia opinione) che una scuola sia utile, oltre che per i contenuti specifici che insegna, per gli strumenti che può offrirci per affrontare la vita. Ovviamente quando parlo di strumenti non mi riferisco ai libri o alle penne, ma ad un atteggiamento di curiosità verso le cose della vita, a certi valori quali il porsi degli obiettivi che ci facciano crescere, essendo disposti a fare un po' di sacrificio per perseguirli, a capire il genere di persona che vogliamo diventare e la strada per arrivarci,... Quindi, se fossi in te mi chiederei a che possono servirmi le bugie alla lunga e dove mi possono portare...tu stesso ti sei reso conto che la situazione ti è sfuggita di mano, per cui conviene prima di trovarti in alto mare, cercare di rientrare in porto. Come? Cerca di capire un po' di più le tue difficoltà nello studio e poi prova a parlarne con l'insegnante con cui senti di avere più confidenza... Già una cosa importante l'hai fatta: renderti conto che le bugie ti hanno solo creato un'ulteriore problema, che sono state uno sbaglio. E tutti nella vita possiamo sbagliare: siamo esseri umani!! Se c'è un Centro di Informazione e Consulenza nella tua scuola potresti chiedere aiuto allo psicologo per capire un po' meglio questo strano periodo e come uscire da questo pasticcio. Inoltre farei una riflessione sul tuo rapporto con mamma e papà: forse la bugia che hai inventato non è la prima idea a caso che ti è venuta...forse il loro assenteismo nelle cose della tua vita in fondo in fondo ti pesa... Se vorrai riscrivermi per dirmi come stanno andando le cose o per chiedere ulteriori consigli sarai il benvenuto nella rubrica!! Intanto: in bocca al lupo!!!!

Youngmail

Innamorata di un prof.

08/04/2002:lettera non firmata

Domanda

Salve! Ho un problema grosso che non posso confidare a nessuno e perciò scrivo a te nella speranza di una risposta ...sono innamorata di un mio professore. Quando la mia cotta per lui è iniziata davo per scontato che non sarei stata corrisposta, ma ora...non so se è lui a lanciarmi dei segnali o se sono io che interpreto alcuni suoi comportamenti come rivolti a me...e se anche gli piacessi la situazione non farebbe altro che complicarsi: lui è sposato! Che devo fare?

Risposta

Cara amica, mi chiedi un consiglio in una situazione che tu stessa descrivi con un futuro impossibile. Talvolta gli amori impossibili sono idealizzati, lo so, e proprio per questo credo sia importante distinguere il mondo della realtà da quello dei sogni se non vuoi rischiare di soffrire davvero. Una simpatia per un prof. può capitare.... ma dare peso e alimentare questa attrazione può causare problemi e sofferenze che rischiano di farti vivere in modo tormentato un periodo di vita che invece potrebbe essere felice. Se vuoi un consiglio, guardati un po' in giro....ci sono tanti ragazzi carini, interessanti...e soprattutto liberi e disponibili ad una bella storia d'amore. E il prof.? Beh, lui potrà sempre restare un ricordo positivo, a cui sorriderai ripensandoci tra qualche anno.

Youngmail

Youngmail

Scrivici