Youngmail è una rubrica interattiva tra giovani ed operatori esperti

È un servizio di consulenza gratuito on-line offerto
dai Consultori Familiari dell'ULSS di Vicenza

Come puoi vedere ci sono tanti argomenti di cui puoi parlare: sessualità, contraccezione, rapporti di coppia, con amici, con gli adulti intorno a te, problemi, dubbi o riflessioni personali,...
Scrivendoci potrai chiarire dubbi, ricevere informazioni utili, avere uno spazio di confronto e riflessione ed eventualmente dei consigli.

Scrivendoci potrai chiarire dubbi, ricevere informazioni utili, avere uno spazio di confronto e riflessione ed eventualmente dei consigli.

Mantenere rapporti con la nonna di una mia ex amica

02/08/2018: di Email aggiornamento, 18 anni

Domanda

In riferimento a: https://www.giovane6.it/lettera.php?id=5950
"LA NONNA DI UNA MIA EX AMICA"...



Scrivo per riportare il finale della vicenda: un pomeriggio di giugno ero in macchina, stavo tornando a casa e ho pensato "facciamo così: io ci passo davanti e se vedo che non c'è nessuna macchina parcheggiata davanti (significa che non c'è il papà della mia amica) allora forse suono, se c'è qualcuno invece tiro dritto". Morale della favola sono arrivata e non solo non c'era nessuna macchina parcheggiata davanti, ma addirittura la nonna era fuori seduta in giardino... Ho pensato che fosse il destino, così ho suonato e dopo un po' (subito non mi aveva riconosciuta) mi ha aperto... Siamo rimaste 40 minuti a parlare del più e del meno (soprattutto aggiornamenti miei e quelli che la nonna mi raccontava della nipote...).. È stato piacevole, devo tornare ma ho paura di incontrare gente penso applicherò lo stesso principio!

Risposta

Ciao!
Pare tu abbia trovato una soluzione di compromesso!
Bene!
In bocca al lupo!!

Youngmail

Riservatezza su info ginecologiche?

24/05/2018: di Ginevra98, 18 anni

Domanda

Buongiorno, tra poco faró una visita ginecologica e un’ ecografia per l’ assunzione della pillola a causa di un mio grave problema di acne. Non sono vergine da circa un anno, quindi volevo usare la pillola anche per avere rapporti protetti. Nella cartella che il medico compilerà durante la visita, emergerà il fatto che non sono più vergine? Posso richiedere che l’ecografia sia transaddominale o, non essendo più vergine, deve essere endovaginale? Il mio medico curante di famiglia puó accedere a questa cartella facilmente e quindi scoprire che non sono più vergine?

Risposta

Cara Ginevra98,
il ginecologo ti farà il tipo di ecografia prescritta dal tuo medico, le due cose non si equivalgono. Se non sei d'accordo con la prescrizione devi parlarne con il medico..
Il rapporto medico - paziente è legato dal segreto professionale. Nessun altro può accedere alle tue informazioni senza il tuo consenso. Perciò nè il ginecologo nè il tuo medico dovrebbero dare informazioni ad altri senza il tuo consenso. A meno che tu non entri in visita con qualcun altro che, a quel punto, essendo dentro, tu implicitamente autorizzi a conoscere le informazioni sanitarie che ti riguardano. Le cartelle cliniche devono essere conservate nel rispetto della privacy, quindi non sono "facilmente accessibili"; i referti medici (ossia gli esiti degli esami) vengono consegnati direttamente alla paziente, che li utilizza come ritiene. Quindi, sarai tu a portare al tuo medico il referto dell'ecografia. Se vai dal ginecologo da sola, ma dal medico di famiglia con un genitore, puoi telefonare prima al medico e precisare che non vuoi che emerga quell'informazione.
Ciao!

Youngmail

Quando si incontra un importunatore...

17/05/2008: di disperata93, 14 anni

Domanda

Ciao youngmail, sn una ragazza di 14 anni gg 17/08 andando a scuola un signore sui 40 anni si è fermato davanti a me ed ha iniziato a levarsi i pantaloni,nonè successo altro xk per fortuna è arrivata una macchina e lui ha preso paura ed è scappato. Ho preso tantissima paura cm devo comportarmi? Cosa devo fare? risp presto x favore!!!!!!:( :(

Risposta

Carissima Disperata93, anche se in quei momenti spesso la reazione automatica sarebbe di bloccarsi come 'congelati' da quel che sta succedendo, la cosa migliore è farsi forza e scappare il più velocemente possibile in un posto dove ci siano altre persone. Se non è possibile, provare a cercare soccorso, eventualmente anche chiamando i numeri di emergenza 112 e 113 se non riesci ad allontanarlo. Il consiglio è in ogni caso di parlarne quanto prima con qualcuno di cui ti fidi (genitore, insegnante, sportello di ascolto a scuola), sia per essere aiutata a non restare troppo spaventata per ciò che ti è successo, sia soprattutto se questa persona ti importunasse ancora. Se capitasse, vale la pena pensare che per un pò il tragitto casa - scuola tu lo faccia con qualcuno, eventualmente segnalando la cosa alle forze dell'ordine se questo signore dovesse fissarsi su di te..l'importante è non spaventarsi e avere già in mente in che modi poter reagire: da un lato questo ti proteggerà, dall'altro ti farà sentire più forte. Ciao!

Youngmail

Madre 'strana'

04/02/2007: di saff, 23 anni

Domanda

Buongiorno youngmail,
con piacere ho scoperto che questo utile sito esiste ancora!!crivo per chiedere un parere, ma forse sarebbe meglio spiegare prima un po' la situazione. Sto con un ragazzo da 2 anni. A momenti penso che sarà l'uomo della mia vita e a momenti proprio non so... Questo per varie motivazioni. Una di queste è anche la paura del rapporto che lui ha con sua madre, che non ora ma tempo fa stava diventando un incubo per me. È eccessivamente affettuosa con i suoi due figli maschi, che chiama i suoi uomini. Li corteggia come se fossero suoi eventuali partner, o meglio come se lei avesse 17 anni e stasse con due ragazzi della sua età(esempio lascia messaggini su foglietti con scritto 'sprepara la tavola, baci mamma ps:non fregarmi più la cocaina'. O sta in casa abbigliata come una 17 enne che deve fare conquiste o con scollature paurose finchè magari cena assieme a loro). Inoltre si intromette in tutto e credo per questo il mio ragazzo sia diventato un po' anormale ossia non comunica.. Parlo a cenni ma il tutto forse dovrebbe essere spiegato meglio. Posso fare un esempio...dopo circa un mese che avevo iniziato a frequentare il mio ragazzo, che ha la mia età, lui mi ha raccontato che la famiglia lo tartassava con domande su di me, se ero la sua ragazza ecc..finchè nel giro di una settimana mi hanno invitata da loro per un the durante il quale hanno voluto conoscere tutto di tutti gli ambiti della mia vita. Nel giro di altre due settimane hanno organizzato che l'estate seguente io sarei dovuta andare in vacanza con loro (famiglia, amici di famiglia e/o parenti)per due settimane (questo circa a gennaio o febbraio ed ero insieme a lui da dicembre). Fin qua tutto ok, forse io non avrei dvuto accettare in quanto la cosa mi sembrava esagerata ma presa dalla voglia di stare con lui ho accettato anche perchè lui non sarebbe venuto in vacanza con me se io non fossi andata con lui perchè queste vacanze sono sacre per lui (parole sue). Una volta troivatami in vacanza con loro, magari anche un po imbarazzata perchè non li conoscevo molto, ho notato una cosa che ormai per me è diventata normale da vedere: un atteggiamento eccessivamente affettuoso tra i membri della famglia come abbracci continui, anche di gruppo, baci, coccole , battute, tanto da sentirmi quasi in più. Il culmine è stato raggiunto quando, dopo una settimana che la mamma del mio ragazzo gli domandava 'dammi un bacio' io ho detto 'ma si poverina ,daglielo' al che è accaduta una cosa che per me ha segnato il nostro rapporto. Lui si è girato verso di lei e lei,in costume (con taglia IV di reggiseno) si è buttata in costume su di lui e si sono baciati in bocca. ecco,ora mi chiedo se questa sia una cosa normale... Lui aveva 22 anni (per me un uomo, e non un neonato per cui possono essere ammessi eventuali baci in bocca).. e poi mi è sembrata una mancanza di rispetto nei confronti della sua ragazza che era stata invitata in vacanza assieme, a dormire in un letto matrimoniale con lui, non capisco, sono io ad avere valori morali alterati o tutto questo è normale? È normale che una madre di 50 anni per stendere i costumi lavati in giardino esca in baby doll bianco trasparente in una famiglia di uomini e che io senza fiatare abbia dovuto accettare tutto questo? Vi ringrazio per l attenzione e se necessario posso volentieri spiegarvi meglio la situazione..grazie

Risposta

Cara Saff, che dire? Non saprei che commentare alla tua lettera. Anche a me lasciano un pò perplessa le cose che racconti. Penso ci siano tante famiglie, ognuna con una sua 'cultura delle coccole', ovvero ciò che è conveniente e ciò che no come coccole nei diversi rapporti all'interno dei suoi componenti. Alcune famiglie in questo sono più controllate..in alcuni casi fino alla freddezza, altre lo sono meno, fino a coccole talvolta 'strane' rispetto a quello che la cultura ci passa come normale. Tuttavia, se per il tuo ragazzo queste coccole non costituiscono un problema, temo che sarà molto difficile che dei cambiamenti avvengano...se per lui tutto ciò fosse infatti normale, modificare questi atteggiamenti per avvicinarsi all'idea di normalità che tu hai potrebbe passare attraverso delle discussioni...e una 'suocera' scontenta... Diverso è se il tuo ragazzo la vede come te...in un caso o nell'altro il suggerimento comunque è sempre quello di provare a spiegarsi, tentando di mantenere sempre il massimo del rispetto reciproco. Ciao e in bocca al...lupo!!

Youngmail

Levofolene

31/01/2007: di Giuppy, 27 anni

Domanda

Ciao youngmail, non ho un ciclo regolare e dopo delle analisi la mia ginecologa mi ha prescritto la pillola yasmin, da allora il ciclo è sempre regolare. Oltre a Yasmin mi ha anche prescritto levofolene 4 mg da assumere sempre i primi 10 giorni della pillola yasmin xchè dice che la pillola può far diminuire i valori del sangue ed anche perchè a me a volte si presentano problemi di ferro basso e quindi conviene prendere levofolene, tutto ciò è giusto??? Facendo una ricerca su internet ho visto che la maggior parte delle donne che prende tale compressa lo fa perchè vuol restare incinta o perchè già lo è, io però al momento non cerco gravidanze, devo prendere lo stesso levofolene? e x quanto tempo? A quanto ho capito dalla gine lo dovrei prendere fin quando prendo la pillola, ma in realtà a cosa serva????
Grazie

Risposta

Cara Giuppy, non ci sembra corretto esprimere pareri riguardo ad una terapia prescritta da altri medici: la tua ginecologa sicuramente conosce la tua situazione meglio di noi e ha fatto una valutazione rispetto a cui la terapia è motivata. Perciò è a lei che a nostro avviso devi rivolgere i tuoi dubbi..e la tua fiducia. Saprà risponderti sul motivo della prescrizione. Ciao!

Youngmail

Suocera all'antica

08/07/2006: di kikkylove, 18 anni

Domanda

Ciao youngmail, complimenti per la vostra rubrica, molto utile! Dunque, sono fidanzata da 9 mesi con il mio ragazzo, e la nostra storia anche se dall'inizio è stata importante, ora lo è ancora di più. Tra qualche anno vorremmo sposarci, ma il mio ragazzo mi ha detto una cosa che mi ha fatto raddrizzare i peli delle braccia!!! In poche parole sua madre, portando la tradizione della sua famiglia avanti da generazioni, per loro è usanza portare a vedere, dopo il matrimonio, le lenzuola sporche con il sangue della verginità. Il problema è che io non sono più vergine, ho perso la verginità già da prima di conoscere il mio ragazzo, lui non sa cosa fare, abbiamo avuto anche dei litigi per colpa di questa tradizione molto all'antica.. Siccome sua madre ci tiene al fatto che suo figlio porti la sua ragazza vergine all'altare e lui non può deluderla altrimenti perde la fiducia e la stima della sua famiglia, cosa mi consigliate di fare?? È vero che in alcuni casi alla perdita della verginità non esce il sangue perchè l'imene è assente? e se pure fosse, se m'invento una scusa del genere è credibile? AIUTATEMI!! Grazie per l'eventuale risposta!

Risposta

Cara kikkylove, Ti direi di parlarne con tua suocera, spiegando che per te questa è una cosa assolutamente privata, che non te la senti di sbandierare così, che comprendi la tradizione, ma che valuti che il rispetto per la futura moglie del figlio possa superare una tradizione ormai priva di senso. Ti chiederei anche cosa accadrebbe se sua madre intuisse che avete già dei rapporti: chi è che deve sceglierti lei o il figlio? Ti consiglierei poi di riflettere sul margine di dialogo che puoi avere con il tuo futuro marito...dovrebbero essere affari vostri, non della madre!
Mentire non è in generale una bella cosa, dover mentire denota che si è in rapporti in cui non si può essere sinceri o non si è in grado di poter proteggere la propria privacy (tutti diritti che a mio avviso dovremmo cercare di avere sempre), tuttavia se pensi sia una questione di vita o di morte in una battaglia persa in partenza, una macchietta rossa sul lenzuolo non sarà certo un problema, no? Ciao!

Youngmail

Pregiudizi

14/07/2003:lettera non firmata, 18 anni

Domanda

Cara youngmail, sono un ragazzo di 18 anni. Abito in un paese non molto popolato e quello che non sopporto davvero sono le chiacchiere a vuoto o i pregiudizi. Due settimane fa ho fatto un piercing sul sopracciglio e da allora sento un continuo sparlare nei miei confronti. Tutti si stupiscono, dicono 'com'è possibile, era un ragazzo di chiesa, tanto bravo...' Io sono sempre lo stesso, anche se ho un buco in più...non mi è uscito il cervello da quel buco, né le cose in cui credo sono cambiate...ho solo voluto modificare il mio look per essere un po' più alla moda, per provare anch'io come i miei amici...

Risposta

Caro amico, penso che talvolta dietro ai pregiudizi si nasconda la difficoltà a capire, a dare un senso a certe cose. E allora si cerca di spiegarle nel modo più diffuso: con il pre-giudizio, ovvero con un'etichetta che viene attribuita ancor prima di conoscere e provare a capire. Devo essere sincera con te: non so se comprendo le ragioni per cui ci si fa un piercing. Suppongo che faccia un po' parte dell'essere adolescenti e di voler mostrare quest'appartenenza oggi non facile. In fin dei conti tu lo spieghi bene quando dici che fare un buco sul sopracciglio è un modo per appartenere al gruppo dei tuoi coetanei e per mettere in evidenza l'esigenza di cambiamento che senti in te. Se però senti che quelle che sono per te le cose importanti (le tue idee, i tuoi valori, i tuoi comportamenti,...) non sono cambiati dovresti probabilmente seguire il consiglio della Divina Commedia 'Non ti curar di loro ma guarda e passa avanti'. Dare troppo peso alle chiacchiere fa restare male te ed alimenta pregiudizi non veri. Il miglior modo per combatterli è andare oltre, cioè continuare a fare ciò che hai sempre fatto senza lasciarti troppo influenzare da giudizi che tra qualche mese avrai scordato. A mio parere la miglior prova che tu sei sempre lo stesso è il fatto di continuare appunto per la tua strada senza lasciarti caricare di rabbia da persone che faticano a capire i tuoi cambiamenti. L'importante è che tu cerchi di capire i cambiamenti che stanno avvenendo in te e che non ti lasci trascinare troppo da una moda che punta su modifiche esterne più che su crescita interna! Ciao e in bocca al lupo

Youngmail

Youngmail

Scrivici